Città di Agropoli

Rendiconto 2009: si chiude con un avanzo di 694 mila euro

Dopo l’approvazione della relazione illustrativa del rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario 2009 da parte della Giunta comunale, è arrivato in Consiglio comunale ed è stato approvato, nel corso dell’ultima seduta, il Rendiconto 2009 che si chiude, così come previsto, con un avanzo di gestione di 694 mila euro. Confermata, dunque, l’oculata gestione economico – finanziaria da parte dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Franco Alfieri che ha saputo coniugare una incisiva azione di investimenti al risanamento dell’ente.

«Il Comune di Agropoli – afferma l’assessore al bilancio Adamo Coppola – con un’attenta politica di gestione dei conti ha chiuso con un avanzo di amministrazione di circa 700 mila euro l’esercizio finanziario 2009. Un risultato che premia gli sforzi e l’impegno per il rilancio della nostra città, nonostante il bilancio sia stato gravato dal riconoscimento di debiti fuori bilancio e da transazioni per vertenze ereditate dal passato».

«Il nostro ente – commenta il sindaco Franco Alfieri – gode di buona salute e di stabilità economico finanziaria. Non versa assolutamente, così come qualche voce incontrollata vuole far credere, in una situazione di indebitamento. Lo sforamento del patto di stabilità si è reso necessario per non bloccare l’attività amministrativa e la realizzazione dei tantissimi interventi avviati e che finalmente stanno permettendo alla nostra città di ritagliarsi un ruolo importante sul territorio. Lo sforamento non ha determinato, come dimostrano i conteggi di fine anno, nessun danno finanziario all’ente. Purtroppo i provvedimenti economici che sta programmando il Governo determineranno tagli importanti che potrebbero rallentare la nostra azione amministrativa».

INVESTIMENTI. Dopo anni di immobilismo, è evidente il lavoro svolto testimoniato dalle tante opere realizzate (tra queste il taglio del nastro del Palagropoli, la realizzazione di nuove e moderne strutture sportive, dei parcheggi gratuiti per oltre 1000 posti auto, di interventi sulla viabilità e sul miglioramento urbanistico con marciapiedi e verde pubblico), dall’acquisto del castello, ritenuto principale motore di sviluppo, dai cantieri aperti (oratorio S. Maria delle Grazie, ampliamento municipio, stazione degli autobus, palestra danza sportiva, palazzina polifunzionale) ed presto inizieranno i lavori per il cineteatro e per la delocalizzazione del depuratore.

RISANAMENTO ECONOMICO. Ancora oggi si sta procedendo al pagamento dei tanti debiti accumulati dalle passate amministrazioni per un importo complessivo di oltre 3,2 milioni di euro. Nel dettaglio sono stati riconosciuti e pagati debiti fuori bilancio provenienti dal passato spalmati sui bilanci 2007 per 290.908 mila euro, 2008 288.069 mila euro e 2009 395.486 euro. In più sono state chiuse altre partite debitorie, sempre del passato, nel 2008 per euro 555.420, nell’anno 2009 per 173.720 e nel 2010 per euro 1,6 milioni di euro.