Città di Agropoli

Treni soppressi. Lettera di protesta del sindaco Alfieri a Ferrovie dello Stato

Il sindaco di Agropoli, Franco Alfieri, in merito all’eventuale soppressione di alcuni treni dal prossimo 5 settembre, si è immediatamente attivato e nella giornata di giovedì 26 agosto, ha inviato una lettera di protesta all’amministratore delegato di Ferrovie dello Stato Spa, Mauro Moretti. Il primo cittadino ha chiesto di fermare quella che è considerata una «decisione scellerata, incomprensibile e ingiustificata, che rischia di penalizzare ulteriormente il territorio».

«Negli ultimi giorni – ha scritto il sindaco Franco Alfieri - ho raccolto da tantissimi cittadini preoccupazione in merito ad un’eventuale soppressione, a decorrere dal prossimo 5 settembre, del treno n. 3706 Sapri – Salerno delle 10.08, che ferma, tra le altre, nella stazione ferroviaria di Agropoli - Castellabate alle ore 11.05. Proteste testimoniate anche da notizie riportate da organi di stampa in data 25 agosto 2010.

Se dovesse essere confermata tale ipotesi, sarebbe una scelta incomprensibile e non giustificata, che penalizzerebbe fortemente il territorio della costa a sud della Provincia di Salerno ed i migliaia di pendolari, tantissimi universitari, che ogni giorno utilizzano il servizio ferroviario per raggiungere i centri principali.

Anzichè potenziare ed aumentare il numero di treni, così come già richiesto dallo scrivente in passato, in considerazione anche della vocazione turistica del Cilento e delle potenzialità di sviluppo attraverso il miglioramento dei mezzi di trasporto, si rischia di compromettere ulteriormente l’offerta di servizi adeguati. Nel caso specifico del comprensorio di Agropoli – Castellabate (con un bacino d’utenza di circa 40 mila residenti e con una popolazione estiva che arriva a 200 mila persone), ad esempio, per l’intera mattinata, dalle 8.24 alle 13.56, non sarà possibile viaggiare in treno in direzione Salerno.

Facendo affidamento nella Sua comprensione – l’invito del primo cittadino agropolese all’amministratore delegato Mauro Moretti - Le chiedo di attivarsi personalmente per evitare tale scellerata scelta da parte di Ferrovie dello Stato Spa. In attesa di urgentissimo riscontro, porgo distinti saluti.

Agropoli – 26 agosto 2010»