Città di Agropoli

Dopo 30 anni riapre la palestra della scuola di San Marco

Dopo 30 anni di attesa riapre la palestra della scuola elementare “Luigi Scudiero” di via Verga, in località San Marco. Questa mattina, sabato 2 aprile, si è tenuta la cerimonia di inaugurazione della rinnovata struttura, consegnata finalmente ai bambini dell'istituto scolastico del secondo circolo cittadino. Al taglio del nastro erano presenti il sindaco di Agropoli, Franco Alfieri, l'assessore all'identità culturale con delega allo sport, Franco Crispino, il presidente del consiglio comunale, Agostino Abate, consiglieri e assessori comunali, il dirigente scolastico del secondo circolo, Romeo Messano, e i dirigenti delle scuole cittadine. Testimonial di eccezione, Pietro Mennea, in città per la XII edizione dell'Agropoli Half Marathon in programma domenica 3 aprile. La struttura, inoltre, è stata intitolata a Mario Pisciottano, campione italiano junior di decatlon, pluricampione regionale in varie discipline, nonchè tedoforo alle Olimpiadi di Roma 1960 per l’accensione tripode Paestum.

Grande festa tra gli alunni della scuola ed emozione per la riapertura della struttura sportiva che, dopo tre decenni, grazie all'impegno progettuale dell'amministrazione comunale guidata dal sindaco Franco Alfieri, è stata sottoposta ad interventi di adeguamento, ristrutturazione e messa in sicurezza.

«E' un'emozione fortissima – ha commentato il sindaco Franco Alfieri – I bambini hanno ottenuto finalmente un loro diritto. Una struttura non utilizzata, infatti, è un diritto negato. Per il secondo circolo abbiamo investito circa 1 milione di euro per interventi vari. Come prima cosa, appena insediati, ci siamo dedicati alle scuole che presentavano condizioni di grande disagio. Per la riapertura della palestra della scuola di via Verga voglio ringraziare in particolar modo Nicola Ventre, rappresentante dei genitori, per il suo forte stimolo e per l'esempio di impegno morale per la pretesa di un giusto diritto. Ringrazio inoltre il dirigente Messano, l'impresa, i progettisti, i tecnici comunali, il direttore dei lavori e tutti coloro che hanno permesso di arrivare a tale risultato».

«La giornata di oggi è l'esempio della grande attenzione alle attività culturali e sportive – ha aggiunto il primo cittadino agropolese – I nostri giovani hanno ora la disponibilità di tre campi da calcio, di un palazzetto dello sport, le scuole sono dotate di palestre idonee e sicure, è in corso di realizzazione il palazzetto per la danza sportiva. Tutte a servizio dei cittadini e delle tantissime associazioni sportive. Agropoli, dunque, è anche città dello sport. Dimostriamo in questo modo, nell'anno dei festeggiamenti dell'unità di Italia, che non esistono due Italie e ciò dipende dalla classe dirigente che governa i territori e riesce a realizzare le cose nei tempi giusti, senza aspettare 30 anni per consegnare una palestra ai nostri bambini».

«Abbiamo voluto intitolare la palestra a Mario Pisciottano – chiude il sindaco – perchè è stato un grande atleta della nostra città e merita questo riconoscimento».

«Chiediamo scusa a centinaia di bambini che per 30 anni hanno atteso questo giorno – ha affermato l'assessore Franco Crispino – e non hanno potuto mai utilizzare questa struttura. L'augurio che rivolgo ai bambini è che possano emergere i valori veri della vita e che in questa struttura possano trascorrere momenti di sanità felicità e gioia».

«Avere delle strutture sportive è importante per la crescita umana e per l'apprendimento delle regole – il commento di Pietro Mennea – Per voi questa palestra è un piccolo tesoro da custodire nel tempo».

Nel corso della cerimonia è stato consegnato anche il “Premio Mario Pisciottano”, assegnato quest'anno al sindaco di Agropoli e all'amministrazione comunale per l'impegno per l'impiantistica sportiva, a Roberto Funicello, organizzatore della gara podistica Half Marathon come evento sportivo dell'anno, a Pietro Mennea, e all'atleta agropolese Angela Gargano, record campano sugli 800 metri.