Città di Agropoli

La giunta Mutalipassi formalizza la richiesta di ampliare i servizi offerti dall’Ufficio INPS di Agropoli

Integrazione dei servizi dell’Ufficio INPS di Agropoli. La giunta municipale, su proposta del sindaco Roberto Mutalipassi, ha deliberato una richiesta di ampliare i servizi ad oggi offerti dall’ufficio di Agropoli. Verrà inviata alla direzione provinciale e regionale dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale, confidando nel suo accoglimento. Questa consiste nell’ampliamento delle attività ad oggi operative presso la sede di via De Gasperi, il cui canone di locazione viene sostenuto dall’Ente municipale, che dovrebbe tradursi in un più ampio ventaglio di servizi offerti ai fruitori.

In particolare: per gli operatori economici, artigiani e commercianti, consiste nel ripristino dei servizi di cancellazione, iscrizione e rilascio del DURC; per ciò che attiene i servizi rivolti al cittadino invece, è stata chiesta la decentralizzazione presso la sede locale dell’attività di verifica medico-legale, funzionale ad esempio alle richieste di pensioni di invalidità.

La sede INPS di Agropoli serve una vastissima popolazione, abbracciando per competenza un vasto territorio cilentano con ben 18 Comuni: Agropoli, Capaccio Paestum, Castellabate, Cicerale, Giungano, Laureana Cilento, Lustra, Montecorice, Ogliastro Cilento, Omignano, Perdifumo, Prignano Cilento, Rutino, San Mauro Cilento, Serramezzana, Sessa Cilento, Torchiara, Trentinara.

“Come evidenziato al nuovo direttore dell’INPS di Agropoli, Valentina Botta – afferma il sindaco Roberto Mutalipassi - nel corso della sua visita presso la casa municipale di luglio scorso e ribadito in un nuovo incontro avuto nei giorni scorsi, abbiamo tutta l’intenzione di mantenere in vita un servizio a nostro avviso molto importante quale è l’INPS, ma le materie che investono l’autonomia dell’INPS di Agropoli risultano tuttavia limitate per un territorio geograficamente così esteso e variegato. Da qui la richiesta di ampliare i servizi ad oggi offerti per dare una più completa risposta a cittadini ed imprese. Confidiamo che ci possa essere un riscontro positivo per Agropoli e l’intero comprensorio”.