Primi riscontri monitoraggio aree sensibili

Prosegue il monitoraggio delle aree sensibili. Nella giornata di ieri la Polizia Municipale, su disposizione del sindaco Adamo Coppola, è intervenuta presso il porto dove ha fermato una persona, poco più che ventenne, il quale all'invito degli operatori, si rifiutava di indossare la mascherina protettiva. Chiesto il supporto di una nuova pattuglia, nell'immediatezza sul posto è giunto il comandante Sergio Cauceglia, che ha richiesto l'ausilio di una ulteriore pattuglia. Nonostante il ripetuto richiamo al rispetto delle prescrizioni anti-Covid19, il soggetto, oltre a continuare ad avere un atteggiamento di rifiuto di indossare il dispositivo di protezione individuale, ha iniziato ad offendere e minacciare gli operanti. Per i fatti consumati, il soggetto è stato deferito all'Autorità giudiziaria per resistenza e minacce a pubblico ufficiale.
Ieri sera, c'è stata anche una situazione di intemperanza in Piazza della Repubblica. Sono intervenuti i Carabinieri della locale Compagnia, che hanno provveduto ad identificare i protagonisti, per lo più minorenni. Inoltre, sono state acquisite le immagini delle telecamere di videosorveglianza presenti, che verranno vagliate e, se ce ne fossero i presupposti, si procederà al deferimento presso il Tribunale dei minori.
Inoltre, la Polizia municipale ha proceduto a disporre la chiusura del chiosco presente presso il porto, in quanto qui si erano create situazioni di assembramento.
"Ci tengo a sottolineare - afferma il sindaco Adamo Coppola - che proseguiremo con il pugno duro contro chi non osserva le prescrizioni dettate dall'emergenza sanitaria in atto e saremo decisi ed irreprensibili ancor di più contro chi non porta rispetto nei confronti dei tutori della legge".