La casa comunale si illumina di rosso per dire no alla violenza sulle donne

In occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, questa sera lunedì 25 novembre, il municipio cittadino di Agropoli si illuminerà di rosso, per testimoniare il proprio no contro ogni tipo di violenza. Come accaduto per la giornata dedicata all’autismo, quando il Comune venne illuminato di blu e nel periodo del lockdown, quando la casa comunale si vestì di tricolore, questa sera cambierà nuovamente veste per essere simbolicamente vicini alle donne vittime di violenza.

«I numeri relativi agli atti di violenza – afferma il sindaco Adamo Coppola - a tutt’oggi sono impressionanti: i report dicono che nel 2019 ogni giorno sono state 88 le donne vittime di violenza. E nei primi dieci mesi del 2020 le donne vittime di omicidio sono state 91, una ogni tre giorni. Durante il lockdown le chiamate al 1522 (numero antiviolenza e stalking) sono aumentate del 73%. Nel nostro Comune stiamo facendo tanto con l’assessorato alle Politiche sociali per respingere con forza ogni tipo di violenza».

«Siamo molto lontani, purtroppo – dichiara l’assessore alle Politiche sociali, Vanna D’Arienzo – dall’eliminare il fenomeno della violenza sulle donne, come dimostrano i dati sulle violenze che ogni giorno vedono vittime le donne nel mondo, però noi ci siamo e cerchiamo di fare il possibile per arginare il problema. La rete dei servizi territoriali già da anni è in campo, mettendo a disposizione dell’utenza, professionisti con competenze idonee. Ad Agropoli è attivo il Centro Antiviolenza “Il volo delle farfalle” in Piazza della Repubblica, presso gli uffici del Segretariato sociale, aperto il martedì e il venerdì dalle 10.00 alle 13.00 e il giovedì dalle 15.00 alle 17.00. Inoltre gli operatori del Segretariato sociale, per tale utenza, sono a disposizione anche tutte le mattine, dal lunedì al venerdì. Con l’impegno di tutti, i risultati possono arrivare».