Città di Agropoli

IMPOSTA DI SOGGIORNO 2021: SCADENZA PRIMO BIMESTRE

Il prossimo 20 agosto scade il termine per le strutture ricettive alberghiere, extralberghiere, all’aria aperta e per le cosiddette "locazioni brevi", ossia i contratti di locazione di immobili ad uso abitativo, di durata non superiore a 30 giorni, per l’invio della dichiarazione bimestrale e per effettuare il versamento a favore del Comune di Agropoli dell’imposta di soggiorno, riscossa nei mesi di giugno e luglio 2021. Al momento, le iscrizioni al portale Pay Tourist, sistema per la gestione ed il pagamento dell'imposta di soggiorno nel Comune di Agropoli, risultano in crescita, ma il dato è ancora migliorabile.
 
«Anche per quest'anno – dichiara il sindaco Adamo Coppola – sono rimasti invariati il periodo di vigenza dell'imposta, ossia dal 1 giugno al 30 settembre e le tariffe applicate. Constatiamo però che rimane alta la percentuale di quelle strutture ricettive che, pur facendo pubblicità sul web, non risultano essersi registrate al portale Pay Tourist».
 
A tal proposito saranno disposti controlli ad hoc in quanto tutti sono tenuti a registrarsi e ad ottemperare a quanto disposto nell’apposito regolamento.
 
Sul portale è presente un’apposita sezione che permette di segnalare, in maniera anonima, eventuali strutture ricettive non censite oppure eventuali irregolarità da parte di strutture già registrate.
 
«Chiediamo a tutti gli operatori, grandi e piccoli - afferma l’assessore alle politiche economiche e finanziarie, Roberto Mutalipassi - di rispettare il regolamento sia per evitare sanzioni, sia, soprattutto, come senso civico e di rispetto nei confronti degli altri operatori che regolarmente lo fanno».
 
«L'Ente - conclude - a favore delle strutture regolarmente autorizzate ed in possesso del codice identificativo regionale, ha disposto agevolazioni in materia di IMU e di TARI. Infatti per l'IMU dovuta sui fabbricati destinati a tali attività si applica nella misura dello 0,91% anzichè dell'1,06%, mentre per la TARI da quest'anno la percentuale di sconto applicabile alle strutture stagionali è stata innalzata dal 15% al 45%».
 
Riguardo alle modalità di riversamento dell'imposta riscossa dai turisti a favore del Comune si possono utilizzare, alternativamente, il bollettino postale, il bonifico bancario, nonché la delega di pagamento modello F24, indicando il codice tributo 3936 ed il codice Comune A091.