Città di Agropoli

Tornano i «Nonni Vigili»

Pettorina, tessera di riconoscimento, fischietto, cappellino e paletta di ordinanza. Nelle prossime settimane tornerà in azione ad Agropoli, presso scuole, uffici, castello e parco pubblico, la figura del "Nonno Vigile". L'amministrazione comunale, guidata dal sindaco Adamo Coppola, nell'ambito delle misure volte a favorire il mantenimento e il reinserimento degli ultrasessantenni nella vita di comunità, ha deciso di riattivare un servizio finalizzato anche a garantire più sicurezza nei luoghi maggiormente frequentati della città. Il Nonno Vigile, infatti, si occuperà delle attività di sorveglianza presso il Municipio, il Centro Sociale Polivalente, il Castello, il Parco Pubblico di Via Taverne e le scuole. Sull'albo pretorio del Comune di Agropoli è stato pubblicato l'avviso pubblico per la ricerca di trenta volontari. Questi ultimi verranno impegnati per 4 ore al giorno e per 6 giorni a settimana (esclusi i festivi). Le domande, disponibili anche presso l'ufficio servizi sociali o presso il centro sociale polivalente, dovranno essere presentate presso l'Ufficio Protocollo del Comune entro il prossimo 24 novembre. «Anche quest'anno - afferma il sindaco di Agropoli Adamo Coppola - abbiamo scelto di attivare il servizio dei Nonni Vigili con una duplice finalità: da un lato quello di rendere gli anziani partecipi della vita di comunità, dandogli anche la possibilità di mettere a disposizione del prossimo il loro bagliaglio di esperienza e dall'altro quello di garantire più controllo e sicurezza nei luoghi maggiormente frequentati della città». «Ringrazio l'assessorato alle politiche sociali che con gli uffici mantiene sempre alta l'attenzione sui nostri anziani e quanti parteciperanno all'avviso. Mettere a disposizione il proprio tempo per il bene della comunità - conclude Coppola - vuol dire darle l'anima e contribuire a migliorare la qualità della vita dei cittadini»