Città di Agropoli

Agropoli aderisce all’iniziativa M’illumino di meno

Il Comune di Agropoli, insieme all’associazione AltroSpazio, aderisce all’iniziativa “M’illumino di meno”, in programma domani, venerdì 11 marzo. Ideata nel 2005 da Caterpillar e Rai Radio2, l’edizione 2022 mette al centro il ruolo propositivo e trasformativo della bicicletta e delle piante, perché entrambe hanno dimostrato di poter concretamente migliorare l’esistente. L’invito di M'illumino di Meno 2022 è a spegnere, pedalare, rinverdire e migliorare. Agropoli risponderà presente spegnendo le luci di un luogo simbolo della città: il castello angioino-aragonese. «Anche quest'anno - ha spiegato il sindaco Adamo Coppola - abbiamo deciso di aderire a questa importante iniziativa per lanciare un messaggio simbolico in favore dell'ambiente e della transizione ecologica. Sono contento che siano stati i giovani dell'Associazione AltroSpazio a sollecitare la nostra partecipazione all'iniziativa e noi abbiamo immediatamente risposto presente». «Questa amministrazione - ha evidenziato l'assessore all'ambiente Rosa Lampasona - è sempre sensibile a questi temi. Siamo consapevoli che dobbiamo avere la massima cura del nostro ambiente, partendo dalle piccole cose. Nelle prossime settimane organizzeremo altre iniziative, a cominciare dalla messa a dimora di nuovi alberi nella villa comunale». «L’11 marzo col Comune di Agropoli parteciperemo a “M’illumino di Meno”, la Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili di Caterpillar e Rai Radio2 con Rai per il Sociale. Per l’occasione il Castello Angioino Aragonese di Agropoli spegnerà la sue luci simbolicamente per una sera. - spiega Davide Zammarrelli di Altrospazio - L’invito di quest’anno, oltre agli spegnimenti simbolici quanto mai necessari nei mesi dell’aumento dei prezzi dell’energia, è a pedalare, rinverdire e in generale migliorare. Si possono migliorare i propri stili di vita sprecando meno risorse, si può diminuire l’impatto ambientale delle proprie abitazioni tramite l’efficientamento energetico, si può passare alle fonti di energia rinnovabili. Perché oggi, più che mai, rompere la dipendenza dal gas e investire sulle rinnovabili è un gesto di pace».