Città di Agropoli

Ad Agropoli uno sportello per l’assistenza ai profughi ucraini

Nasce ad Agropoli uno sportello di assistenza e ausilio ai profughi ucraini e a quanti sono disponibili ad accoglierli. L'iniziativa è stata promossa dall'amministrazione comunale, guidata dal sindaco Adamo Coppola, su impulso dell'assessorato alle politiche sociali, retto dall'assessore Maria Giovanna D'Arienzo. Presso l'ufficio servizi sociali, personale qualificato sarà a disposizione dell'utenza. Il progetto ha preso il via questa settimana, grazie all'accordo tra Comune, forze dell'ordine, Asl Salerno, Protezione Civile, Croce Rossa Italiana, Associazione Carabinieri, Piccoli Ambasciatori di Pace, Caritas, altre associazioni benefiche e Parrocchie del territorio. Per tre giorni a settimana (lunedì, mercoledì e venerdì, dalle ore 09:00 alle ore 12:00) personale dell'Ente, insieme ad un'unità della Protezione Civile, della Croce Rossa e ad una madrelingua ucraina, saranno a disposizione di quanti hanno necessità di informazioni. L’ufficio, infatti, si occuperà dell'accoglienza, di assistenza alla compilazione della modulistica necessaria per il soggiorno e l'ospitalità in città, di assicurare aiuto per ogni bisogno primario, di natura medica, alimentare o di altro genere. Presso lo sportello comunale è stata attivata anche una banca dati delle famiglie ucraine già presenti sul territorio e di quelle disponibili ad offrire accoglienza ai profughi ucraini. Costituita, inoltre, una rete solidale, composta da personale del Comune e delle associazioni, che sarà deputato ad offrire la necessaria assistenza agli ospiti ucraini presenti sul territorio come consegna di pacchi alimentari, spesa, farmaci, ma anche ausilio per visite e controlli medici. «Dallo scoppio della guerra in Ucraina tantissime persone sono venute a cercare aiuto, persone che fuggivano dal loro Paese o nostri concittadini pronti a tendere loro una mano - ha spiegato il sindaco Adamo Coppola - ci siamo subito attivati per garantire la massima assistenza a queste persone e continueremo a fare tutto ciò che è nelle nostre possibilità per affrontare questa grave emergenza umanitaria». «La nostra amministrazione è pronta a fronteggiare l’emergenza attraverso l'attivazione di questo sportello di assistenza e orientamento; cercheremo di soddisfare tutti i bisogni - ha spiegato l'assessore alle politiche sociali Maria Giovanna D'Arienzo - è un obbligo civile e morale fare tutto il possibile per aiutare quanti fuggono dalla guerra».