Città di Agropoli

Proseguono gli incontri del Settembre Culturale. Mese di ottobre tra poesie e romanzi

Proseguono gli appuntamenti del Settembre Culturale, che quest’anno si amplia, come annunciato,  arrivando fino a fine ottobre 2022. Dopo il notevole successo riscontrato nei primi circa venti incontri, la seconda parte della rassegna dedicata al libro e alla lettura organizzata e promossa dall’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Roberto Mutalipassi, sarà dedicata prevalentemente alla poesia, ma non mancheranno romanzi e altre storie interessanti. Cambia la location: non più il Castello Angioino Aragonese, ma l’Aula consiliare “A. Di Filippo” del Comune di Agropoli.

Si parte sabato 8 ottobre con un doppio incontro: alle 17.30 Rosario Papa presenterà “Tra amore e tormenti”; seguirà alle 19.00 Milena Cicatiello con “Le vite che non ho scelto”. Domenica 9 ottobre sarà la volta di Corrado De Rosa con “A Salerno”, alle ore 18.30. Ancora un doppio incontro sabato 15 ottobre: alle 17.30 Stefano Contente proporrà “Quando il pane era buono”; alle ore 19.00 Antonella Prudente racconterà il suo “Per Manu”. Domenica 16 ottobre, si recupera un appuntamento rinviato nello scorso mese di settembre: il giornalista, inviato Rai, Marco Varvello presenterà il suo ultimo libro “Londra anni venti”. Si proseguirà venerdì 21 ottobre (ore 17.30), con Elvira Venosi e il suo romanzo “Ceneri ardenti”; alle 19.00 Clotilde Baccari Cioffi con “Acquerelli in versi”. Ancora, sabato 29 Michele Nigro presenterà il suo “Pomeriggi perduti” (ore 17.30); Civo Vespa, alle ore 19.30, “L’Amore e l’amicizia”. Domenica 30 ottobre, alle 18.00, l’appuntamento è con Vincenzo Marino e il suo “Ritorno a Paestum”. Il programma è ancora suscettibile di integrazioni.

«Il Settembre Culturale – affermano il sindaco Roberto Mutalipassi e il consigliere con delega alla Cultura nonché ideatore della rassegna, Franco Crispino – prolunga la sua durata e ci accompagnerà per un altro mese ancora. Il prestigio acquisito negli anni ha fatto in modo che siano tantissime le richieste degli scrittori che vogliono presentare la loro opera nella nostra manifestazione, che sia di autori navigati o al loro esordio. Da qui la scelta di proseguire,  certi di fare cosa gradita anche ai tanti affezionati supporter della manifestazione».